Famiglia

È vero che le culle causano la sindrome della morte improvvisa del lattante?

Quando diventerai un neogenitore, mamma e papà riceveranno probabilmente molte informazioni e consigli sulla cura del bambino. Uno di questi riguarda l'uso di una scatola per bambini che si dice sia a rischio di causare la morte improvvisa di un bambino. Questa informazione è corretta?

Sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS) o la sindrome della morte improvvisa del lattante è una condizione in cui un bambino muore improvvisamente senza segni e ragioni evidenti, anche se in precedenza era sano e sembrava attivo.

Questa sindrome spaventosa è solitamente più comune nei neonati e nei bambini di età compresa tra 2 e 4 mesi.

La causa della SIDS non è nota con certezza, ma ci sono diversi fattori che si pensa rendano un bambino più a rischio di morte improvvisa, come malattie genetiche, nascita prematura, o a causa di fattori ambientali, come temperature della camera da letto che sono troppo freddo o troppo caldo.

Inoltre, l'uso di scatola del bambino O si dice anche che una scatola per bambini aumenti il ​​rischio di SIDS.

Il presepe causa SIDS, mito unconoscere i fatti?

In effetti, non è stato dimostrato che mettere i bambini a dormire nelle loro culle causi la SIDS. I bambini sono in realtà più sicuri dormendo in letti separati dagli adulti.

Tuttavia, i genitori devono ancora stare attenti. Questo perché la superficie di un materasso troppo morbida o morbida in una culla o in una culla occupata da troppi oggetti può mettere il bambino a rischio di SIDS.

Per ridurre al minimo l'insorgenza di SIDS nel tuo piccolo, ecco alcune cose a cui dovresti prestare attenzione:

  • Metti il ​​tuo bambino su un materasso piatto, solido e comodo.
  • Assicurati di scegliere una culla che sia sicura, robusta e di buona qualità.
  • Utilizzare solo biancheria da letto e biancheria per coprire il materasso.
  • Tieni la culla vuota e non inserire molti oggetti, come cuscini, cuscini per bambini, bambole o giocattoli al suo interno.
  • Non mettere un materasso in più nella culla, non coprire il tuo piccolo con una coperta o qualsiasi altro panno e tieni altri oggetti che possono coprire il viso, il collo o la testa mentre dorme.
  • Evitare di coprire la culla con barriere o paraurti per aumentare la circolazione dell'aria e ridurre il rischio che il tuo piccolo rimanga impigliato nella barriera.

Inoltre, per essere più sicuro, al tuo piccolo non dovrebbe essere permesso di dormire nello stesso letto di mamma, papà o altri membri della famiglia. Questo per evitare il rischio che venga schiacciato o soffocato durante il sonno.

Avviso Sicurezza e comfort del sonno Sio piccolo

Non solo i fattori ambientali che devono essere considerati, anche la Madre e il Padre non dovrebbero ignorare il conforto del Piccolo quando dorme.

Per evitare la SIDS, sostituire l'uso di coperte con pigiami, tute o vestiti un pezzo che copre i piedi e le mani, che sono fatti di cotone. Oltre ad essere sicuri, questi vestiti fanno sentire il tuo piccolo comodo e caldo durante il sonno.

Quando il tuo piccolo dorme, presta attenzione alla sua posizione. Idealmente, una buona e sicura posizione per il sonno del bambino è sulla schiena. Evita di far dormire il tuo piccolo a pancia in giù perché questo può ostruire le sue vie aeree da corpi estranei intorno a lui, quindi aumenta il rischio di SIDS.

Tuttavia, se il tuo piccolo è in grado di cambiare la posizione del sonno da solo, di solito intorno ai 6 mesi, lascia che scelga una posizione che lo metta a suo agio.

È importante prestare attenzione alla sicurezza dell'uso delle culle per bambini, in modo da evitare il rischio di morte improvvisa del lattante. Per facilitare il monitoraggio del tuo piccolo quando è nella culla, posiziona la culla vicino al letto della madre e del padre.

Dopo aver conosciuto i fatti sui rischi della culla di cui sopra, si spera che mamma e papà non credano facilmente a miti che non sono necessariamente veri. Se trovi informazioni che ti sembrano strane o dubbie, non esitare a consultare un pediatra.