Salute

Fai attenzione, il cloro nell'acqua della piscina può scatenare allergie

Il nuoto è uno sport acquatico divertente per tutta la famiglia. È solo che il cloro viene generalmente aggiunto all'acqua nelle piscine per fare attenzione come fattore scatenante dell'allergia.

Il cloro è molto efficace come disinfettante nell'acqua, quindi è ampiamente utilizzato per la purificazione dell'acqua. Come nell'acqua potabile, il cloro nelle piscine può uccidere batteri e altri microbi. In generale, il cloro nelle piscine è un sottoprodotto, vale a dire ipoclorito di sodio o meglio conosciuto come cloro.

Può innescare? Reazione allergia a Pelle

Sebbene sia in grado di uccidere i batteri, il cloro può attaccarsi alla pelle e ai capelli. Anche piccole quantità di cloro sono spesso dannose per la salute di pelle e capelli. In alcune persone, l'esposizione al cloro nell'acqua della piscina può anche innescare una reazione allergica cutanea.

Di seguito sono riportati alcuni dei sintomi più comuni dell'esposizione al cloro:

  • Eruzione cutanea rossa sulla pelle.
  • Eruzione cutanea pruriginosa.
  • Infiammazione della pelle che è dolorosa o pungente quando viene toccata.
  • Pelle secca e squamosa.

Quando c'è una reazione sulla pelle dovuta al cloro, il primo passo che si può fare è lavare e risciacquare accuratamente la pelle. Se la reazione allergica sulla pelle è molto fastidiosa, chiedi a un medico un trattamento antistaminico per alleviare il disturbo.

Aumento Rischio di disturbi respiratori

Oltre a provocare reazioni cutanee allergiche, il cloro può anche scatenare asma o allergie nelle vie respiratorie. Uno studio ha rivelato che il cloro può innescare indirettamente i sintomi dell'allergia, perché può irritare le vie respiratorie e renderlo sensibile. Questo può quindi causare asma o altri sintomi respiratori dovuti ad allergie.

Il nuoto frequente nell'acqua clorata della piscina aumenta il rischio di sviluppare asma e rinite allergica nei bambini con predisposizione alle allergie. Più lungo è il tempo per nuotare in piscina, maggiore è il rischio di sviluppare allergie.

Inoltre, il cloro nelle piscine è anche a rischio di causare disturbi alle donne in gravidanza e al feto che contengono. I rischi che possono essere avvertiti non sono leggeri, tra cui aborto spontaneo, neonati di basso peso alla nascita, difetti del tubo neurale, infezioni del tratto urinario. Tuttavia, si ritiene che questo studio richieda ancora ulteriori ricerche per dimostrarne la validità.

Il nuoto è uno degli sport acquatici preferiti dai membri della famiglia per mantenersi in forma. Attenzione però all'eccessivo contenuto di cloro, soprattutto se si ha tendenza alle allergie. Chiama subito il medico se manifesti sintomi di allergia dopo aver nuotato in una piscina contenente cloro o se avverti un avvelenamento da cloro, che può essere caratterizzato da mal di stomaco, mal di gola, vomito o feci sanguinolente.