Salute

Cardiomiopatia peripartum, disturbi cardiaci prima o dopo il parto

La cardiomiopatia peripartum è una malattia cardiaca che si verifica alla fine della gravidanza, prima del parto o diversi mesi dopo il parto. Questa condizione è generalmente rara, ma se non trattata immediatamente, la cardiomiopatia peripartum può portare a complicazioni pericolose.

La cardiomiopatia peripartum è un tipo di cardiomiopatia che si verifica nelle donne in gravidanza o che hanno appena partorito. Questa malattia può comparire vicino al momento del parto o diversi giorni, settimane e persino mesi (almeno 4-5 mesi) dopo il parto. Se si verifica dopo 6 mesi dal parto, la condizione è chiamata cardiomiopatia postpartum.

La cardiomiopatia peripartum è caratterizzata dall'indebolimento dei muscoli cardiaci, indebolendo così il ventricolo sinistro (ventricolo). La camera cardiaca sinistra è la parte del cuore che funziona per pompare il sangue in tutto il corpo.

A causa di questa condizione, il cuore non può pompare e far circolare correttamente il sangue in tutto il corpo. In condizioni gravi, può verificarsi insufficienza cardiaca.

Segni e sintomi di cardiomiopatia peripartum

La cardiomiopatia peripartum appare spesso all'improvviso e spesso non viene notata dal malato. Le donne con cardiomiopatia peripartum di solito manifestano sintomi simili a quelli dell'insufficienza cardiaca, tra cui:

  • Facilmente stanco e stanco
  • Martellante cuore
  • Mancanza di respiro quando si è sdraiati o si svolgono attività
  • Minzione frequente di notte
  • Dare le vertigini
  • Dolore al petto
  • Gonfiore alle gambe e alle caviglie
  • tosse

Nei casi lievi, la cardiomiopatia peripartum può essere asintomatica. D'altra parte, nei casi più gravi, sintomi come mancanza di respiro, gonfiore e dolore toracico possono peggiorare e durare più a lungo dopo il parto.

Se sei incinta o hai appena partorito e avverti alcuni dei sintomi di cui sopra, dovresti consultare immediatamente un medico. Il motivo è che, se trattate troppo tardi, le condizioni di cardiomiopatia durante la tarda gravidanza o dopo il parto possono causare gravi complicazioni, come:

  • Battito cardiaco irregolare (aritmia)
  • Disturbi delle valvole cardiache
  • Insufficienza cardiaca
  • Morte

Cause e fattori di rischio della cardiomiopatia peripartum

La causa esatta della cardiomiopatia peripartum non è nota. Tuttavia, questa condizione è nota per essere associata alle prestazioni del muscolo cardiaco che aumenta di peso durante la gravidanza.

Durante la gravidanza, il muscolo cardiaco pompa fino al 50% in più di sangue rispetto a quando non è incinta. Ciò è dovuto alla presenza del feto che deve ricevere un apporto di ossigeno e sostanze nutritive dalle donne in gravidanza.

Oltre a questi fattori, ci sono molti altri fattori che possono anche aumentare il rischio di cardiomiopatia peripartum, tra cui:

  • Sovrappeso o obesità
  • Gravidanza gemellare
  • Alcune malattie, come ipertensione, preeclampsia, diabete e disturbi cardiaci come miocardite, cardiomiopatia o debolezza cardiaca e malattia coronarica
  • Malnutrizione o malnutrizione
  • L'abitudine di fumare o consumare bevande alcoliche durante la gravidanza
  • Età oltre i 30 anni
  • Effetti collaterali di alcuni farmaci, come i farmaci tocolitici per ridurre le contrazioni uterine e i narcotici, ad es. (cocaina)

Diagnosi e gestione della cardiomiopatia peripartum

È importante che la cardiomiopatia peripartum venga diagnosticata precocemente da un medico in modo che possa essere trattata immediatamente. Per diagnosticare questa condizione, il medico eseguirà un esame fisico, un esame ostetrico, nonché esami di supporto come radiografia del torace, TAC, ecocardiografia, elettrocardiografia (ECG) ed esami del sangue.

Se ti viene diagnosticata una cardiomiopatia peripartum, il medico può consigliarti di rimanere in ospedale. Per trattare la cardiomiopatia peripartum, il medico prescriverà i seguenti farmaci:

  • Classe di farmaci ACE-inibitore e betabloccante per aiutare a stabilizzare la pressione sanguigna e facilitare il lavoro del cuore
  • Farmaco digitale per rafforzare la funzione di pompaggio del cuore
  • Anticoagulanti o farmaci che fluidificano il sangue per prevenire la formazione di coaguli di sangue che possono peggiorare la cardiomiopatia
  • Farmaci diuretici per ridurre l'accumulo di liquidi dal corpo

Il medico determinerà il giusto tipo di trattamento in base alle sue condizioni e al feto nell'utero o nel neonato.

Oltre a somministrare medicine, il medico ti consiglierà anche di seguire una dieta iposodica, limitare l'assunzione di liquidi, evitare il fumo di sigaretta e non consumare bevande alcoliche.

Dopo che le tue condizioni sono migliorate e il cuore è migliorato, il medico ti permetterà di tornare a casa dall'ospedale, continuare a somministrarti la medicina e consigliarti di tornare al controllo dopo che la medicina svanisce.

Per trattare la cardiomiopatia peripartum grave o non trattata con successo con i farmaci, i medici possono eseguire diverse altre fasi del trattamento, come l'installazione di un apparato respiratorio in un intervento chirurgico, come un trapianto di cuore.

Sforzi di prevenzione della cardiomiopatia peripartum

Le donne che hanno avuto una cardiomiopatia peripartum sono a rischio di nuovo in una gravidanza successiva. Se la malattia si verifica una seconda volta, la cardiomiopatia peripartum può peggiorare.

Inoltre, per prevenire la cardiomiopatia peripartum, i medici generalmente consigliano anche ai pazienti di condurre uno stile di vita sano, come ad esempio:

  • Monitora l'aumento di peso durante la gravidanza e mantienilo ideale
  • Consultare un ginecologo durante la gravidanza
  • Segui una dieta sana durante la gravidanza e limita l'assunzione di sale elevato
  • Smetti di fumare, consumare bevande alcoliche e usare determinati farmaci
  • Esercizio leggero regolare, come prendere lezioni di yoga, esercizi in gravidanza e altre attività, come il rilassamento e la meditazione per evitare lo stress
  • Riposati a sufficienza e non fare attività fisica faticosa

Affinché la cardiomiopatia peripartum possa essere rilevata precocemente, è importante che tu controlli regolarmente con il tuo medico, soprattutto se hai fattori di rischio per sperimentare questa condizione, come una storia di problemi cardiaci, preeclampsia o ipertensione.