Famiglia

Madre, i bambini possono comunicare attraverso le espressioni facciali che conosci

Non solo attraverso il pianto, i bambini sono anche in grado di comunicare attraverso le espressioni facciali, sai. Pertanto, i genitori devono prestare attenzione ed essere in grado di riconoscere il significato delle espressioni facciali del bambino, perché ogni espressione ha un significato diverso.

Prima di poter dire le loro prime parole, i bambini hanno la capacità di esprimere desideri o bisogni a modo loro.

Le espressioni mostrate dai bambini non sono sempre sotto forma di pianto, ma anche movimenti del viso e del corpo, ad esempio alzando le sopracciglia, accigliandosi o muovendo le mani e i piedi.

Benefici della comprensione delle espressioni facciali del bambino

Comprendere le espressioni del bambino è un processo di apprendimento bidirezionale che è vantaggioso sia per i genitori che per i loro figli. In questo processo di apprendimento, i bambini capiranno sempre di più anche le reazioni date dai loro genitori. Inoltre, può anche rafforzare il legame tra genitori e bambini.

L'interazione e la comunicazione frequenti con il bambino possono fornire diversi vantaggi, come aiutare il bambino a sentirsi più calmo, nonché costruire la fiducia del bambino e fargli conoscere meglio le persone che lo circondano.

Guida alla lettura delle espressioni del bambino

Le mamme possono leggere lo stato d'animo del Piccolo attraverso le seguenti espressioni:

1. Felice

Quando è felice, il bambino sorriderà ampiamente fino a quando le guance non appariranno sollevate, con gli angoli degli occhi arricciati. Inoltre, il bambino può anche salutare o applaudire mentre balbetta.

Goditi momenti come questo con il tuo piccolo, sì, Bun. Questo metodo può favorire la gioia del Piccolo e costruire la sua fiducia quando crescerà, perché questa espressione ottiene una reazione positiva dai suoi genitori. Affinché il tuo piccolo si senta divertito e sorrida spesso, puoi anche invitarlo a giocare a "Ci Luk Ba".

2. Interessato

I bambini apriranno le palpebre più grandi e abbasseranno o alzeranno le sopracciglia quando si sentono attratti da qualcosa. Forse la sua bocca si aprirà con uno stridio e si sposterà verso la cosa che gli piace.

Quando il bambino inizia a interessarsi a un oggetto, cercherà di ottenere maggiori informazioni sull'oggetto. Questo è ovviamente fatto in un modo unico e nel linguaggio del bambino. Puoi aiutare il tuo piccolo mostrandogli l'oggetto mentre glielo spieghi attraverso semplici parole e gesti.

3. A disagio

Un bambino che piange accompagnato da un ringhio può indicare che si sente a disagio. A volte, i bambini si accigliano e sollevano le gambe al petto quando sono irrequieti.

Quando il tuo piccolo si sente a disagio e si sente pignolo, puoi fare un leggero massaggio sull'addome, sulle gambe e sulla schiena. Se il tuo piccolo sembra pignolo e dolorante, ad esempio perché ha la pancia gonfia o ha mal di pancia, non esitare a portarlo subito dal pediatra.

4. Difficoltà

I segni che i bambini mostrano quando stanno attraversando un periodo difficile sono che gli angoli delle labbra saranno abbassati e le sopracciglia saranno arcuate al centro. Se non avesse pianto, probabilmente il suo mento tremerebbe.

Queste espressioni possono indicare che il tuo piccolo sta ricevendo troppa stimolazione. Puoi calmare il tuo piccolo portandolo in un posto tranquillo e lasciandolo riposare un po' o giocare da solo.

5. Annoiato

I bambini che sembrano annoiati cercheranno attenzione urlando, piangendo o lanciando giocattoli. Quando reagisci, il tuo piccolo potrebbe sorridere o addirittura ridere.

Durante le prime 12 settimane di vita, i bambini possono passare ore a guardare il viso della madre. Tuttavia, il bambino inizierà a cercare molte altre cose che lo interessano.

Le mamme possono invitare il tuo piccolo a esplorare con gli oggetti che lo circondano o portarlo a fare una passeggiata per superare la noia.

6. Arrabbiato

Il sentimento di rabbia sarà espresso dal bambino attraverso il pianto e una faccia rossa con gli occhi socchiusi. Tuttavia, questa espressione a volte indica anche che il bambino è dolorante, affamato o assonnato.

Quando il tuo piccolo mostra queste espressioni, cerca di dargli ciò di cui ha bisogno, ad esempio creando un'atmosfera confortevole per riposare, dargli da mangiare, suonare o cantare ninne nanne.

7. Paura

Anche i bambini possono avere paura. Di solito, questa sensazione si esprime con gli occhi spalancati, il viso e le mani che tremano, o anche con il pianto.

Sebbene sia difficile calmare il tuo piccolo che si sente spaventato perché non sa cosa lo spaventa, puoi abbracciarlo mentre parli dolcemente per calmarlo. Il tuo piccolo non capisce ancora le parole della mamma, ma può capire il tono di voce amorevole.

Oltre a prestare attenzione all'espressione del tuo piccolo, devi anche mostrargli un'espressione. I bambini imparano a imitare e comprendere le emozioni osservando le espressioni delle persone che li circondano, in particolare dei loro genitori.

Quando il tuo piccolo mostra espressioni negative, come rabbia, paura e disagio, che non vanno via anche se la causa è stata risolta, o se sembra pignolo con la comparsa di diversi sintomi, come febbre, difficoltà a defecare, diarrea, irrequietezza costante, aspetto debole o non vuole allattare, portalo immediatamente dal medico.

Leggere e comprendere le espressioni del bambino ha molti vantaggi, Giusto, amico? Quindi, inizia a prestare maggiore attenzione alle espressioni facciali del piccolo adorabile e cerca di capire cosa vuole trasmettere alla mamma.