Famiglia

Gli alimenti complementari per l'allattamento al seno possono essere avviati con il seguente menu

msecondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), tempo Il momento giusto per dare alimenti complementari al latte materno è quando il bambino ha 6 mesi. mil cibo dato anche dovere in conformità porzioni e nutrienti necessari a quell'età.

L'OMS raccomanda che gli alimenti complementari (MPASI) dati debbano contenere carboidrati, proteine, grassi, vitamine e minerali proporzionali. Questo è importante per i bambini che stanno vivendo un periodo di crescita. Inoltre, la lavorazione e il servizio degli alimenti devono essere eseguiti in modo igienico per ridurre al minimo il rischio di contaminazione con batteri e sporco.

Menù complementare consigliato

Forse molti genitori sono confusi su quale menu dare come alimenti complementari al latte materno. Alcune delle linee guida seguenti possono essere utilizzate come punto di riferimento per superare questa confusione.

  • mcibo semplice

    Cibo semplice qui significa cibo composto da un solo ingrediente senza aggiunta di zucchero o sale. Si consiglia di attendere 3-5 giorni prima di introdurre il prossimo nuovo alimento. In questo modo, se il tuo piccolo manifesta una reazione sotto forma di vomito, diarrea o allergie, i genitori possono riconoscerlo e non dargli più questo tipo di cibo.

  • cereali per bambini

    Altri alimenti complementari che possono essere somministrati ai bambini sono i cereali per bambini. Questo cereale è l'alimento preferito da molti genitori. Come farlo semplicemente mescolando un cucchiaio di cereali con 60 ml (4 cucchiai) di latte materno o artificiale.

  • Porridge di carne, verdure o frutta

    Quando il bambino ha familiarità con gli alimenti complementari, i genitori possono iniziare a introdurre il porridge a base di carne, verdura o frutta. Anche l'introduzione di questo tipo di porridge dovrebbe essere fatta gradualmente. Affinché il bambino non si sorprenda, varia la fornitura di porridge a base di carne, verdura o frutta ogni cinque porzioni. Raccomandiamo che il porridge servito non contenga sale o zucchero.

  • Cibo tritato finemente

    La maggior parte dei bambini di 8-10 mesi può già mangiare cibi solidi tritati finemente in mini porzioni. Alcuni alimenti che possono essere serviti in questo modo sono frutta, verdura, pasta, formaggio e carne cotta dalla consistenza morbida.

  • Alimenti che contengono sostanzeBesi dan zinco

    Questi due nutrienti sono molto importanti per la crescita e lo sviluppo del tuo piccolo. Quindi, non dimenticare di dare al tuo piccolo alimenti complementari che contengono questi due nutrienti, come carne, uova, pesce e fagioli.

La frequenza dell'alimentazione complementare aumenterà man mano che il bambino si avvicina all'anno di età, quando il bambino potrebbe già essere in grado di mangiare tre volte al giorno. Inoltre, i genitori possono fornire al Piccolo anche degli snack sotto forma di piccoli pezzi o purè.

Dare alimenti complementari al latte materno deve essere paziente

Per sei mesi della sua vita, al piccolo viene sempre somministrato latte materno o latte artificiale. È naturale che i bambini rifiutino cibo diverso da quello che mangiano normalmente. Quando il bambino rifiuta o non è molto interessato al cibo dato, i genitori non devono preoccuparsi perché questo processo di adattamento non durerà a lungo.

Introduci nuovi cibi uno alla volta. Aspetta qualche giorno prima che il tuo piccolo venga introdotto al prossimo nuovo cibo. Pertanto, i genitori possono identificare tutti gli alimenti che possono causare allergie nei bambini.

La pazienza dei genitori è importante, considerando che questo è un periodo di transizione dall'allattamento esclusivo al seno ai cibi solidi. Questo periodo di transizione è un momento molto vulnerabile. Se questo periodo non può essere superato senza intoppi, il bambino può essere malnutrito.

Fornire alimenti complementari al latte materno è una delle chiavi per sostenere la crescita e lo sviluppo dei bambini. Pertanto, i genitori devono preparare questi alimenti in base ai nutrienti di cui i loro piccoli hanno bisogno.

Se hai provato a dare vari tipi di cibo ma il tuo piccolo continua a non voler mangiare, o se hai difficoltà a determinare il giusto alimento complementare per il latte materno, puoi consultare un pediatra.