Salute

Sindrome serotoninergica - sintomi, cause e trattamento

La sindrome serotoninergica è una condizione in cui c'è troppa serotonina nel corpo. Questa condizione si verifica quando una persona assume farmaci che possono aumentare i livelli di serotonina.

La serotonina è un composto chimico naturale prodotto dal sistema nervoso. Questo composto è necessario per regolare il flusso sanguigno, la temperatura corporea, l'apparato digerente e il sistema respiratorio. La serotonina svolge anche un ruolo nel mantenimento della funzione delle cellule nervose e delle cellule cerebrali. Tuttavia, troppa serotonina può scatenare una serie di sintomi, che possono essere fatali se non trattati.

Cause e fattori di rischio della sindrome serotoninergica

La sindrome serotoninergica è causata da livelli eccessivi di serotonina nel corpo. Questa condizione si verifica quando una persona assume farmaci che possono aumentare i livelli di serotonina. Il rischio di sviluppare la sindrome serotoninergica sarà maggiore se una persona assume due o più farmaci contemporaneamente.

Esistono molti tipi di farmaci che possono aumentare i livelli di serotonina, tra cui:

  • farmaci per curare la depressione, come fluoxetina, venlafaxina, e amitriptilina.
  • antidolorifico, tra gli altri codeina, fentanil, ossicodone, e tramadolo.
  • medicina per il disturbo bipolare, Per esempio litio.
  • medicina per l'HIV/AIDS, tra gli altri nevirapina e efavirenz.
  • medicina per il vomito, Per esempio granisetron, metoclopramide, e ondansentron.
  • Medicina per la tosse, soprattutto quelli che contengono destrometorfano.
  • Farmaci per mal di testa o emicrania, Per esempio sumatriptan.
  • droghe, comprese anfetamine, ecstasy, cocaina e LSD.
  • integratori a base di erbe, come il ginseng.

Sebbene la sindrome serotoninergica possa colpire chiunque, questa condizione è più suscettibile all'esperienza di persone che stanno appena iniziando a prendere o aumentare la dose di farmaci che possono aumentare i livelli di serotonina.

SintomoSindrome serotoninergica

I sintomi della sindrome serotoninergica compaiono diverse ore dopo l'assunzione del farmaco o l'aumento della dose. Alcuni dei sintomi che compaiono includono:

  • Confuso
  • Nervoso
  • Scuotere il corpo
  • Battito cardiaco
  • Male alla testa
  • nausea
  • Sudorazione eccessiva
  • Rigidità muscolare
  • Allucinazioni (sensazione quando qualcosa sembra reale, ma è solo nella mente)
  • Diarrea
  • Riflesso corporeo eccessivo

Consultare immediatamente un medico, se i sintomi che compaiono sono gravi e peggiorano rapidamente. L'assistenza medica deve essere fornita immediatamente se dopo l'assunzione dei sintomi del farmaco compaiono febbre alta, convulsioni e diminuzione della coscienza.

Diagnosi della sindrome serotoninergica

I medici possono sospettare che un paziente abbia la sindrome serotoninergica se sono presenti alcuni dei sintomi descritti in precedenza. Tuttavia, per essere sicuri, il medico chiederà l'anamnesi del paziente, compresi i farmaci e gli integratori che vengono consumati.

Dopo aver conosciuto i sintomi e l'anamnesi del paziente, il medico farà una diagnosi di sindrome serotoninergica, se è presente uno dei seguenti segni:

  • Clono. Il clono è una contrazione muscolare che si verifica involontariamente e innesca movimenti involontari. Il clono può verificarsi negli occhi, accompagnato da irrequietezza o sudori freddi.
  • Tremore. Tremori o tremori sono movimenti incontrollabili del corpo.
  • Iperreflessia. L'iperreflessia è una reazione esagerata del sistema nervoso quando riceve stimoli.
  • ipertonia. L'ipertonia è una condizione caratterizzata da un aumento della tensione muscolare e da una ridotta capacità dei muscoli di allungarsi.

Trattamento della sindrome serotoninergica

Il trattamento della sindrome serotoninergica dipende dalla gravità dei sintomi sperimentati. Se i sintomi sono lievi, il medico valuterà solo la possibilità di cambiare il farmaco, ridurre la dose o interrompere l'uso del farmaco che causa la sindrome serotoninergica. Nel frattempo, se i sintomi sono abbastanza gravi, il paziente deve essere ricoverato in ospedale.

Oltre a rivedere i farmaci che possono causare la sindrome serotoninergica, il medico può prescrivere diversi farmaci per trattare la sindrome serotoninergica, tra cui:

  • Rilassanti muscolari. Farmaci per alleviare le convulsioni, per esempio diazepam o lorazepam.
  • Farmaci per il controllo della pressione sanguigna. Se la pressione sanguigna del paziente diventa troppo bassa, il medico darà epinefrina.
  • Inibitori della produzione di serotonina. Inibitori della produzione di serotonina, come ciproeptadina, utilizzato quando altri tipi di farmaci non sono in grado di alleviare i sintomi.

Oltre alla somministrazione di farmaci, è possibile eseguire un trattamento di supporto somministrando ossigeno aggiuntivo e infusione di liquidi corporei sostitutivi. La somministrazione di ossigeno aggiuntivo attraverso un tubo o una maschera di ossigeno viene eseguita per mantenere i livelli di ossigeno nel sangue. Mentre l'infusione di liquidi viene eseguita per sostituire i liquidi persi a causa della disidratazione e della febbre. Nei casi più gravi, invece del solo ossigeno, il paziente potrebbe aver bisogno di un respiratore.

I sintomi della sindrome serotoninergica lieve possono scomparire entro 1-3 giorni, dopo aver interrotto l'assunzione di farmaci che aumentano i livelli di serotonina. Tuttavia, i sintomi innescati dall'assunzione di farmaci per la depressione possono richiedere diverse settimane per scomparire completamente. Questo perché gli effetti di questi farmaci nel corpo durano più a lungo, rispetto ad altri farmaci che possono anche aumentare i livelli di serotonina.

Prevenzione della sindrome serotoninergica

Per prevenire la sindrome serotoninergica, parla con il tuo medico dei rischi che possono derivare dai farmaci che stai assumendo. Non interrompere l'assunzione del farmaco senza aver prima consultato il medico.

Se il medico ritiene che i benefici del farmaco siano superiori agli effetti collaterali che possono insorgere, utilizzare il farmaco con cautela e fare visite regolari dal medico.