Salute

Scopri cos'è la crioterapia

La crioterapia è una procedura medica utilizzata per trattare vari tipi di tumori, siatumore benigno (non canceroso), precanceroso, o vizioso (cancro), situata in superficiecosì come in organi nel corpo. Questa procedura utilizza un liquido speciale che congela e uccide le cellule tumorali.

Il processo di somministrazione di questo fluido speciale può essere spruzzato o asciugato, a seconda della posizione e delle dimensioni del tumore. Il paziente deve prima consultare un medico, perché ci sono alcune condizioni che non consentono al paziente di eseguire la crioterapia.

Esiste anche una procedura simile chiamata crioterapia per tutto il corpo (WBC) o crioterapia completa. Si ritiene che la crioterapia completa sia in grado di trattare l'asma,artrite reumatoide, per ridurre il peso. Tuttavia, non ci sono studi che descrivano chiaramente l'efficacia della crioterapia completa.

Indicazioni per la crioterapia

La crioterapia è usata per trattare vari tipi di tumori, che vanno da tumori benigni (non cancerosi), precancerosi, a maligni (cancerosi). Le considerazioni per la crioterapia saranno valutate dal medico, a seconda del tipo e della gravità del tumore. Alcune delle condizioni che possono essere trattate con la crioterapia includono:

  • Retinoblasti.
  • Carcinoma delle cellule basali.
  • Carcinoma a cellule squamose.
  • Cancro alla prostata.
  • Cheratosi solare, Si tratta di lesioni ruvide e squamose causate da anni di esposizione al sole e si trovano comunemente sul viso, sulle labbra o sulle orecchie.

La crioterapia può essere utilizzata anche per trattare i tumori localizzati nell'osso. Il trattamento dei tumori ossei mediante la crioterapia è meno rischioso in termini di danno articolare o amputazione, rispetto al trattamento chirurgico.

I medici possono anche utilizzare la crioterapia come metodo per trattare altre condizioni non elencate sopra. Prima di sottoporsi alla crioterapia, assicurati di discuterne prima con il tuo medico per quanto riguarda i benefici e i rischi che si otterranno.

Avvertimento

Esistono diverse condizioni che non consentono a una persona di eseguire la crioterapia, vale a dire:

  • Allergia al freddo.
  • malattia di Raynaud.
  • crioglobulinemia, cioè condizioni in cui è presente una sostanza crioglobulina nel sangue che può causare infiammazione, generalmente nei reni o nella pelle.

La crioterapia può causare diversi effetti collaterali, a seconda della posizione e delle dimensioni del tumore. Ad esempio, nei pazienti con tumori o cancro alla prostata, gli effetti collaterali della crioterapia possono includere impotenza o perdita della funzione sessuale.

La crioterapia nelle donne in gravidanza o in allattamento deve essere prima consultata con un medico. Il medico valuterà il confronto dei benefici e dei rischi per l'utero e il feto, per determinare se è necessaria o meno la crioterapia. Inoltre informi il medico se ha una storia di allergie agli anestetici o sta assumendo altri medicinali, inclusi integratori e prodotti a base di erbe.

Preparazione per crioterapia

La preparazione che deve essere eseguita prima di sottoporsi a una procedura di crioterapia può variare, a seconda della condizione da trattare. Ma in generale, la crioterapia richiede solo una semplice preparazione.

Per il trattamento degli organi interni, come la prostata, il medico chiederà al paziente di digiunare prima per 12 ore. Si consiglia inoltre ai pazienti di invitare i propri familiari o parenti ad accompagnarli e portarli a casa dopo la procedura.

Procedura di crioterapia

Le procedure di crioterapia variano a seconda della posizione e delle dimensioni del tumore. Se la crioterapia viene utilizzata per trattare i tumori sulla pelle, il trattamento verrà effettuato spruzzando o pulendo il tumore utilizzando uno speciale liquido contenente azoto. Il fluido serve a congelare e uccidere le cellule tumorali.

Per trattare i tumori degli organi interni, il medico prima somministrerà al paziente un anestetico, sia locale che totale. L'anestesia o l'anestesia mira ad alleviare il dolore quando il medico pratica un'incisione o un foro nell'ingresso dello strumento utilizzato in questa procedura.

Successivamente, il medico eseguirà una scansione per scoprire la posizione e le dimensioni del tumore. Una volta note le dimensioni e la posizione del tumore, il medico eseguirà un'incisione o un foro che verrà utilizzato per l'ingresso criosonda. criosonda è uno strumento speciale sotto forma di un tubicino per spruzzare azoto liquido, che serve per uccidere le cellule tumorali. Il processo di spruzzatura del liquido viene generalmente eseguito più di una volta e può richiedere diversi minuti o ore, a seconda delle condizioni da trattare.

L'endoscopia viene spesso utilizzata anche come procedura di supporto nella crioterapia, per rendere più facile per i medici vedere le condizioni dell'organo da trattare.

Dopo la crioterapia

Le raccomandazioni che devono essere seguite dopo la procedura possono variare. Nei pazienti con tumori sulla superficie del corpo, di solito è consentito tornare a casa dopo che la procedura è stata completata. Tuttavia, nei pazienti con tumori agli organi interni, i medici raccomanderanno il ricovero in ospedale fino al recupero della condizione. Durante il ricovero, i medici effettueranno il trattamento e la supervisione diretta, al fine di ripristinare le condizioni del paziente dopo la crioterapia.

Anche il tempo di recupero varia. I tumori sulla pelle generalmente guariscono in 4-6 settimane. Tuttavia, se il tumore è grande, il tempo di recupero può richiedere fino a 14 settimane. Per aiutare con il recupero, il medico consiglierà al paziente di:

  • Mantieni pulita la ferita. Mantieni pulita la cicatrice lavandola accuratamente con acqua e sapone.
  • Bendare. Le bende vengono utilizzate per proteggere la cicatrice da polvere o altri detriti. Le bende devono essere cambiate regolarmente, soprattutto quando sono visibilmente sporche o bagnate.
  • Droga. I medici possono anche prescrivere antibiotici o corticosteroidi. Vengono somministrati antibiotici per prevenire l'infezione e vengono somministrati corticosteroidi per ridurre il rossore, il dolore e il gonfiore della cicatrice.

Rischi della crioterapia

Sebbene sia considerato un rischio minore rispetto ad altri trattamenti contro il cancro, come la chemioterapia, la crioterapia è ancora a rischio di causare effetti collaterali. Gli effetti collaterali che si verificano possono essere diversi per ogni persona, a seconda della posizione e delle dimensioni del tumore da trattare. Alcuni degli effetti collaterali della crioterapia includono:

  • Danni a tessuti o cellule di organi sani.
  • Infezione della cicatrice.
  • Disfunzione sessuale.
  • Doloroso.
  • Pelle con vesciche.
  • Bollire.
  • Sanguinamento.
  • Alopecia o calvo.
  • Ipopigmentazione.

La crioterapia può anche causare vari altri effetti collaterali. Sarebbe meglio se il paziente si sottoponesse a regolari controlli dal medico, in modo che le sue condizioni possano essere monitorate a fondo.