Famiglia

Parto con il forcipe, come funziona e cosa c'è da sapere

Il parto con il forcipe può essere un modo per aiutare il processo di nascita di un bambino durante il parto normale. Questo metodo viene solitamente eseguito in determinate condizioni, come il travaglio in corso da molto tempo o quando la madre è troppo stanca per spingere.

Le pinze sono dispositivi utilizzati per rimuovere un bambino dal canale del parto durante il parto. La forma ricorda un paio di grandi cucchiai usati per bloccare la testa del bambino e rimuovere il bambino dalla vagina della madre.

I medici possono utilizzare questi strumenti per facilitare il normale processo di parto, purché la madre abbia ancora contrazioni uterine.

Come Cfig Forcipe funziona?

Prima di usare le pinze, il medico di solito proverà altri metodi, come somministrare alla madre un'iniezione di medicinale per rafforzare le contrazioni uterine o somministrare l'anestesia (anestesia) per facilitare il processo di spinta.

Se questi metodi non funzionano per supportare il processo di consegna, il medico può prendere in considerazione l'uso di una pinza.

Prima di usare le pinze, il medico somministrerà alla donna incinta un anestetico epidurale o spinale e posizionerà un catetere urinario per svuotare la vescica della madre.

Al fine di facilitare il processo di consegna, il medico eseguirà anche una procedura di episiotomia, ovvero praticando un'incisione nel canale del parto per facilitare il processo di rimozione del bambino con l'aiuto di una pinza.

Quando sono necessarie le pinze?

Ci sono diverse condizioni che spingono i medici a scegliere di usare il forcipe per aiutare il normale processo di consegna nelle donne in gravidanza, tra cui:

  • La posizione della testa del bambino è sbagliata
  • La madre è stanca e incapace di spingere o spingere fuori il bambino
  • Travaglio lungo o bloccato
  • Storia di alcune malattie, malattie cardiache o asma
  • Sanguinamento durante il travaglio

Tuttavia, ci sono anche diverse condizioni che rendono impossibile il processo di parto con l'aiuto di una pinza, tra cui:

  • La posizione della testa del bambino è sconosciuta
  • Le spalle o le braccia del bambino coprono il canale del parto
  • Fianchi stretti
  • CPD (Sproporzione cefalopelvica)
  • La cervice non può aprirsi al massimo

In alcuni casi, il medico eseguirà anche una procedura di estrazione del vuoto per assistere nella consegna se l'uso delle pinze non funziona. Se entrambe le tecniche non sono ancora efficaci nel rimuovere il bambino, potrebbe essere necessario un taglio cesareo.

Quali sono i rischi del parto con il forcipe?

Il parto con l'aiuto del forcipe può comportare rischi sia per la madre che per il bambino. Di seguito sono riportati i rischi che possono verificarsi per la madre durante il processo di nascita con l'aiuto del forcipe:

  • Lacrimazione nel perineo
  • Lesioni o piaghe sulla vagina o sull'utero
  • Difficile da urinare
  • Incontinenza urinaria o fecale
  • Sanguinamento post-partum
  • Lesioni al tratto urinario o alla vescica
  • Spostamento di organi all'interno del bacino a causa dell'indebolimento dei muscoli e dei legamenti intorno al bacino
  • Sanguinamento e infezione

Anche il parto con l'aiuto del forcipe può comportare alcuni rischi per il bambino, come:

  • Crisi
  • Lesioni alla testa o al viso
  • Crepe nel cranio
  • Sanguinamento nel cranio
  • Lesione agli occhi
  • Disturbi del nervo facciale dovuti a lesioni

Pertanto, il medico valuterà i benefici e i rischi prima di eseguire questa procedura.

Quali sono alcuni suggerimenti dopo aver subito il processo di parto con il forcipe?

Per accelerare il processo di recupero dopo un normale parto con l'aiuto di una pinza, puoi seguire i seguenti suggerimenti:

  • Applicare un impacco caldo o freddo sulla parte del corpo dolente.
  • Siediti lentamente e con attenzione. Se il sedile è duro, usa un cuscino morbido per sederti.
  • Evita di sforzarti troppo durante i movimenti intestinali, perché può esercitare pressione sulla ferita in modo che si senta doloroso.
  • Fai gli esercizi di Kegel per far lavorare i muscoli del pavimento pelvico e aiutare con il processo di recupero.
  • Bevi abbastanza acqua e aumenta l'assunzione di fibre.

Oltre ad alcuni dei suggerimenti di cui sopra, puoi anche utilizzare rimedi erboristici, come l'applicazione di olio di lavanda sulle aree del corpo che vengono ferite durante il parto.

La ricerca dice che l'olio di lavanda ha effetti antinfiammatori e antibatterici che possono accelerare la guarigione delle ferite. Tuttavia, consultare prima un medico prima di utilizzarlo.

Se le tue condizioni non migliorano o ci sono disturbi, come febbre, secrezione di pus dalla vagina e il corpo si sente debole, durante il periodo di recupero dopo il parto con il forcipe, contatta immediatamente il medico in modo che il trattamento possa essere effettuato immediatamente .