Salute

Malattia del trapianto contro l'ospite - Sintomi, cause e trattamento

Malattia del trapianto contro l'ospite (GvHD) è una forma di risposta immunitaria del corpo quando le cellule trapiantate da un donatore attaccano le cellule del corpo del ricevente. Questa condizione è un effetto collaterale comune riscontrato dai pazienti dopo aver subito un trapianto.

GvHD che appare in ogni persona può essere diverso. Nella GvHD lieve, la condizione può riprendersi da sola. Tuttavia, in alcuni casi, la GvHD può causare sintomi gravi e pericolosi che richiedono un trattamento serio.

Cause della malattia del trapianto contro l'ospite

Malattia del trapianto contro l'ospite è una forma di risposta immunitaria del corpo che si verifica a seguito dell'attacco di cellule del trapianto dal donatore alle cellule del corpo del paziente. Questa condizione è un effetto collaterale che può essere causato da:

  • Chirurgia del trapianto di midollo osseo, che di solito viene eseguita su pazienti con cancro del sangue e linfoma
  • Chirurgia di trapianto di organi interni che contiene cellule del sistema immunitario, come i globuli bianchi, ad esempio nelle procedure di trapianto di fegato e rene.

La procedura di trapianto viene eseguita esaminando prima il tessuto del donatore. L'obiettivo è vedere quanto HLA corrisponde (antigene leucocitario umano) con le cellule ospiti del paziente. L'HLA stesso è una molecola che ha un ruolo importante nella risposta immunitaria alle sostanze estranee nel corpo.

Se la corrispondenza HLA tra il paziente e il donatore è ampia, il rischio di sviluppare GvHD sarà minore. D'altra parte, se la corrispondenza è piccola, la GvHD è a rischio dopo l'esecuzione della procedura di trapianto.

Il potenziale per una corrispondenza HLA sarà maggiore se il donatore è un parente del paziente. La probabilità di GvHD in queste condizioni è solo del 30-40% circa. Tuttavia, se il donatore e il paziente non sono membri della famiglia, il rischio di sviluppare GvHD è più alto, cioè 60-80%.

Ecco altre cose che possono aumentare il rischio di sviluppare GvHD:

  • Paziente anziano
  • L'organo trapiantato contiene molti globuli bianchi (linfociti T)
  • Pazienti di sesso maschile con donatori di sesso femminile che sono stati incinti
  • I donatori portano citomegalovirus nel suo corpo

Sintomi della malattia del trapianto contro l'ospite

I sintomi della GvHD sono divisi in due tipi in base al momento in cui compaiono i sintomi, vale a dire GvHD acuta e cronica. Ecco la spiegazione:

Malattia del trapianto contro l'ospite (GvHD) acuto

Generalmente, nei casi di GvHD acuta, i sintomi compaiono entro 100 giorni dal trapianto. Alcuni dei sintomi che compaiono nei pazienti con GvHD acuta possono essere:

  • Dermatite o infiammazione della pelle, caratterizzata da prurito e arrossamento della pelle e un'eruzione cutanea dolorosa sui palmi delle mani, sulle orecchie, sul viso o sulle spalle.
  • Epatite, che può essere caratterizzata da occhi e pelle giallastri, urine scure e feci pallide
  • Enterite, che è caratterizzata da diarrea, nausea, vomito, dolore addominale, crampi e feci sanguinolente
  • Anoressia (diminuzione dell'appetito) e perdita di peso
  • Febbre

In alcuni casi, le persone con GvHD acuta possono sviluppare GvHD cronica, ovvero quando i sintomi della GvHD acuta persistono per più di 100 giorni.

Malattia del trapianto contro l'ospite (GvHD) cronico

I sintomi nella GvHD cronica compaiono più di 100 giorni dopo il trapianto. In base all'organo interessato, alcuni di questi sintomi includono:

1. Sintomi negli occhi, tra cui:

  • Disturbo visivo
  • Irritazione
  • sensazione di bruciore
  • Occhi asciutti

2. Sintomi in bocca e digestione, tra cui:

  • Difficoltà a deglutire
  • La bocca è molto secca
  • Troppo sensibile al cibo caldo, freddo, piccante e acido
  • Carie
  • Gengive sanguinanti
  • Macchie bianche in bocca
  • Dolore nella zona della bocca e dello stomaco
  • Perdita di appetito
  • ittero (ittero)
  • Perdita di peso

3. Sintomi nei polmoni e nella respirazione, che sono caratterizzati da sintomi di malattia polmonare ostruttiva, vale a dire:

  • respiro sibilante
  • Difficile respirare
  • Tosse prolungata

4. Sintomi nelle articolazioni e nei muscoli, sotto forma di:

  • Crampo muscolare
  • mialgia
  • Artrite alle articolazioni

5. Sintomi nella pelle e nei capelli, tra cui:

  • Eruzione cutanea e prurito
  • Pelle ispessita
  • Unghie che si ispessiscono e si rompono facilmente
  • Ghiandole sudoripare danneggiate
  • Colore della pelle cambiato
  • La perdita di capelli

6. Sintomi dei genitali

  • Prurito vaginale, secchezza e dolore
  • Pene pruriginoso e irritato

Quando andare dal dottore

Tutti i pazienti che hanno subito un trapianto devono monitorare i sintomi della GvHD per almeno 1 anno dopo l'intervento. Pertanto, i pazienti devono sottoporsi a controlli regolari e informare il medico se manifestano i sintomi di cui sopra. Tuttavia, se i sintomi riscontrati sono molto fastidiosi, puoi andare immediatamente al pronto soccorso.

Diagnosi di malattia del trapianto contro l'ospite

Per diagnosticare la GvHD, il medico porrà domande su:

  • Tempo per il trapianto
  • Momento della prima comparsa dei sintomi
  • Che sintomi senti?

Successivamente, il medico osserverà i sintomi che compaiono nel corpo del paziente. Se si verificano sintomi sulla pelle, il medico preleverà un campione di tessuto cutaneo per essere esaminato in laboratorio da un patologo.

È inoltre possibile eseguire diversi test per valutare le condizioni degli organi interni che possono essere interessati dalla reazione GvHD. Queste ispezioni includono:

  • Esami del sangue, per vedere il numero di cellule del sangue, comprese le cellule immunitarie, e i livelli di elettroliti nel sangue
  • Ecografia epatica e test di funzionalità epatica
  • Ecografia renale e test di funzionalità renale
  • Test di funzionalità polmonare
  • Test di Schirmer, per vedere come funzionano le ghiandole lacrimali
  • Test bario rondine, per vedere le condizioni del tubo digerente

Trattamento della malattia del trapianto contro l'ospite

GvHD generalmente si riprenderà da solo entro un anno circa dopo l'esecuzione del trapianto. Tuttavia, i pazienti devono ancora assumere farmaci per controllare i loro sintomi.

Il trattamento indicato dal medico è la somministrazione di farmaci corticosteroidi, come il prednisolone e il metilpredinisolone. Se i corticosteroidi non sono in grado di alleviare i sintomi, i medici li combineranno con farmaci immunosoppressori, come:

  • ciclosporina
  • Infliximab
  • tacrolimus
  • Micofenolato mofetile
  • Etanercept
  • Talidomide

I suddetti medicinali possono ridurre la capacità del sistema immunitario di combattere le infezioni. Inoltre, il medico prescriverà anche antibiotici per ridurre al minimo il rischio di infezione.

Oltre al trattamento di cui sopra, i pazienti devono anche prendersi cura di sé, tra cui:

  • Uso di colliri per trattare gli occhi asciutti
  • Usare il collutorio per alleviare la secchezza delle fauci e il dolore alla bocca
  • Uso della crema corticosteroide per trattare prurito e arrossamento della pelle
  • Usa regolarmente una lozione o una crema idratante per mantenere la pelle idratata
  • Evitare l'eccessiva esposizione al sole e utilizzare la protezione solare per prevenire il peggioramento dei sintomi della GvHD sulla pelle
  • Mantieni una dieta sana ed evita di consumare cibi che possono irritare il tratto digestivo, come cibi acidi e piccanti
  • Evita le attività che aumentano il rischio di infezione, come il contatto con i rifiuti animali, la cura del bestiame o il giardinaggio
  • Allenarsi regolarmente

In condizioni gravi, i pazienti con GvHD potrebbero dover essere ricoverati in ospedale per un trattamento e un monitoraggio più intensivi. Il paziente può anche aver bisogno di un sondino per nutrirsi adeguatamente.

Complicazioni della malattia del trapianto contro l'ospite

Le complicazioni che possono insorgere a causa della GvHD possono verificarsi in modo diverso in ciascun paziente. Le seguenti sono complicazioni che sono a rischio di derivare da GvHD:

  • Pericardite (infiammazione del rivestimento del cuore)
  • Pleurite (infiammazione del rivestimento dei polmoni)
  • Polmonite (infiammazione dei polmoni)
  • Trombocitopenia
  • Anemia
  • insufficienza cardiaca
  • Sindrome emolitico-uremica

Inoltre, i pazienti che hanno GvHD e stanno assumendo farmaci per controllare i loro sintomi sono più a rischio di sviluppare un'infezione, anche se stanno assumendo antibiotici.

Prevenzione della malattia del trapianto contro l'ospite

Non esiste un metodo che possa prevenire definitivamente la GvHD. Tuttavia, ci sono azioni che i medici possono intraprendere per ridurre il rischio di GvHD nei pazienti sottoposti a trapianto, tra cui:

  • Esecuzione della tecnica di rimozione delle cellule dei linfociti T dagli organi del donatore
  • Garantire che i donatori provengano dalle famiglie
  • Usare il sangue cordonale del paziente come donatore se il paziente ce l'ha
  • Somministrazione di farmaci che sopprimono il sistema immunitario dopo il trapianto, come ciclosporina, metotrexato, tacrolimus e micofenolato mofetile