Salute

Attenzione ai sintomi di Ageusia in COVID-19

Ageusia in COVID-19 è caratterizzata dalla perdita del senso del gusto. Sebbene non sia un sintomo pericoloso, l'ageusia può rendere difficile per chi ne soffre il riconoscimento degli alimenti appropriati per il consumo e sono a rischio di carenze nutrizionali dovute alla diminuzione dell'appetito.

Ageusia è un termine per descrivere una condizione in cui il senso del gusto è completamente perso. Questo rende le persone che lo sperimentano incapaci di assaporare alcun sapore dal cibo o dalle bevande che consumano.

Finora, diversi studi hanno dimostrato che l'ageusia si verifica spesso il 4° giorno dopo la comparsa dei sintomi iniziali dell'infezione da virus Corona, come mal di testa, febbre e tosse.

L'ageusia generalmente scompare entro 7-21 giorni. Tuttavia, questi sintomi possono persistere anche se il malato di COVID-19 è stato dichiarato guarito.

Oltre ad essere infettati dal virus Corona, l'ageusia può essere vissuta anche da persone che hanno altri problemi di salute, come la mancanza di assunzione zinco, diabete, morbo di Crohn o ipotiroidismo.

Cause di Ageusia in COVID-19

Fino ad ora, la causa dell'ageusia nei pazienti con COVID-19 non è nota con certezza. Tuttavia, si sospetta che questa condizione sia correlata all'ACE2 (enzima di conversione dell'angiotensina 2) che si trova in tutte le parti del cavo orale, in particolare sulla superficie della lingua.

Uno dei ruoli di ACE2 è quello di aiutare la lingua a riconoscere diversi tipi di gusto. Tuttavia, d'altra parte, questo enzima è indicato anche come la porta per l'ingresso del virus Corona nel corpo.

Questo perché il virus Corona infetta il corpo umano legandosi ad ACE2. Questo processo di legame danneggerà le cellule del gusto sulla lingua, così che la lingua perde la sua capacità di riconoscere i sapori.

Inoltre, un'altra possibile causa di ageusia è la perdita della funzione dell'olfatto nei malati di COVID-19 a causa dell'ingresso del virus Corona nel corpo attraverso la cavità nasale.

Quando l'olfatto non è in grado di rilevare l'aroma del cibo consumato, anche il senso del gusto sarà difficile da riconoscere il gusto del cibo. Questo è il motivo per cui alcune persone con COVID-19 sperimentano contemporaneamente ageusia e anosmia.

Come elaborare il cibo quando si sperimenta l'ageusia

L'ageusia è in realtà classificata come uno dei sintomi di COVID-19 che non è pericoloso. Tuttavia, la perdita del senso del gusto nel rilevare il gusto farà sì che i malati di COVID-19 abbiano difficoltà a riconoscere il cibo che è ancora idoneo al consumo.

Questa condizione mette i malati di COVID-19 a rischio di avvelenamento a causa del consumo accidentale di cibo contaminato da germi, soprattutto se il paziente si autoisola e prepara il proprio cibo.

Quella che segue è una guida alla lavorazione degli alimenti se si soffre di COVID-19 e si soffre di ageusia:

  • Lavarsi le mani, gli utensili da cucina e gli utensili da cucina con sapone e acqua corrente, sia prima che dopo l'uso.
  • Pulisci il cibo prima di cuocerlo.
  • Evita di cucinare cibi, come carne, pollo, frutti di mare o verdure che hanno cambiato colore e consistenza.
  • Assicurati che gli ingredienti siano cotti in modo uniforme, soprattutto quando cuoci carne, pollo, uova e frutti di mare.

Se vuoi mangiare cibi confezionati, assicurati che non abbiano superato la data di scadenza. Anche gli alimenti o le bevande confezionati devono essere consumati subito dopo l'apertura del coperchio. Se ne sono rimasti, conservateli in frigorifero.

Inoltre, gli alimenti crudi facilmente contaminabili, come carne e pesce, devono essere conservati separatamente nel congelatore. Questo è importante perché i batteri possono spostarsi facilmente dal cibo crudo e contaminare il cibo cotto.

Come aumentare l'appetito quando si sperimenta l'ageusia

Non solo è difficile elaborare il cibo, l'ageusia può anche far sì che i malati di COVID-19 non abbiano appetito per il cibo. In effetti, l'assunzione di cibo nutriente è molto necessaria per aumentare l'immunità del corpo nel combattere l'infezione da virus Corona.

Per aumentare l'appetito quando sperimentano l'ageusia, i malati di COVID-19 possono provare diversi modi, come usare ingredienti alimentari dai colori vivaci per rendere la cucina più attraente o scegliere di mangiare cibi che sono desiderati o preferiti.

Nel frattempo, se i disturbi dell'ageusia non sono accompagnati da perdita dell'olfatto, erbe o spezie con un forte aroma possono essere mescolate al cibo per stimolare il cervello a ricordare il gusto del cibo che si sta consumando. Pertanto, anche l'appetito può aumentare.

L'ageusia in COVID-19 non è un sintomo pericoloso. Tuttavia, anche questa condizione non dovrebbe essere ignorata, soprattutto se ti ha fatto perdere l'appetito e ti ha portato alla perdita di peso o addirittura alla malnutrizione. Pertanto, consultare un medico se lo si verifica.