Vita sana

Conosci il Reiki, una terapia alternativa giapponese che utilizza i media energetici

Reiki è una terapia alternativa dal Giappone che utilizza l'energia come mezzo di guarigione. Si ritiene che questa terapia abbia molti benefici, dall'alleviamento del dolore, alla riduzione dello stress, al supporto del trattamento del cancro.

Reiki deriva da 2 parole in giapponese, vale a dire rei che significa universo e ki che significa il flusso di energia negli esseri viventi. Letteralmente, reiki può essere interpretato come energia che appartiene all'universo. Questa terapia è stata ideata dal Dr. Mikao Usui nel 1922 come terapia alternativa per completare la medicina moderna.

Come si fa Reiki?

La terapia Reiki mira ad aumentare l'energia all'interno di una persona. Questo perché il reiki ha una filosofia secondo cui qualcuno che ha poca energia in se stesso, sarà più facilmente stressato o malato. Tuttavia, se l'energia è alta, la persona si sentirà più sana e più felice.

Quando si avvia una sessione di trattamento, il terapista reiki chiederà al paziente di sdraiarsi a letto. Successivamente, al paziente verrà chiesto di rilassarsi e calmarsi. Se necessario, il terapista suonerà una musica soft per far sentire il paziente più rilassato.

Successivamente, il terapeuta reiki metterà le mani sul corpo del paziente o pochi centimetri sopra il corpo del paziente per incanalare l'energia. La terapia di solito inizia dalla testa, poi arriva fino ai piedi. Tuttavia, l'obiettivo della terapia può anche essere rivolto a determinate aree del corpo, in particolare quelle problematiche.

L'energia incanalata mira a cambiare e bilanciare l'energia nel corpo. Si ritiene che questa energia stimoli la capacità del corpo di guarire se stesso in modo naturale, ridurre il dolore e ripristinare le condizioni fisiche, psicologiche, emotive e spirituali.

Oltre a canalizzare l'energia dalle mani, il terapista reiki utilizzerà anche pietre di cristallo durante la sessione di trattamento. Si pensa che i cristalli abbiano un effetto calmante e aiutino la guarigione, sebbene non ci siano ricerche a sostegno di questa pratica.

I cristalli vengono solitamente posizionati sopra o intorno al corpo del paziente. Durante la sessione di terapia, il paziente sentirà una sensazione di caldo o freddo, formicolio o semplicemente non sentirà nulla. Questa terapia di solito dura 20-60 minuti.

Benefici del Reiki per la salute

Si sostiene che la terapia Reiki fornisca diversi benefici per la salute. Di seguito alcuni dei vantaggi che si possono ottenere:

1. Fornisce un effetto rilassante

Uno dei benefici del Reiki che è abbastanza noto è che fornisce un senso di calma e rilassamento. La ricerca mostra che le terapie reiki alternative sembrano ridurre lo stress e abbassare la pressione sanguigna e normalizzare la frequenza cardiaca nelle persone che sono spesso ansiose.

2. Riduci il dolore

Diversi studi affermano che la terapia reiki può alleviare il dolore nelle persone che soffrono di determinate malattie, come il cancro, i nervi pizzicati e il dolore muscolare, nonché nelle persone che hanno subito un intervento chirurgico di recente.

Lo studio menziona anche che i benefici del reiki come antidolorifico, sembra persino efficace quasi quanto dare antidolorifici.

3. Allevia l'ansia e i sintomi della depressione

La terapia Reiki è stata anche ampiamente utilizzata come parte della terapia alternativa per il trattamento di disturbi psicologici, come ansia e depressione.

Ci sono studi che affermano che i pazienti depressi che si sottopongono alla terapia reiki possono sentirsi più calmi, meno ansiosi e facilmente entusiasti di tornare alle attività.

Tuttavia, fino ad ora, la terapia reiki non può essere utilizzata come terapia principale per trattare disturbi mentali come disturbi d'ansia e depressione. Per superare queste condizioni, i pazienti hanno ancora bisogno di cure mediche, come psicoterapia e farmaci.

4. Alleviare gli effetti collaterali della chemioterapia

In Giappone e in molti altri paesi, la terapia reiki è stata ampiamente utilizzata come metodo di trattamento aggiuntivo per i malati di cancro sottoposti a chemioterapia. Questo perché la terapia reiki può far sentire più calmi i pazienti durante la chemioterapia.

Anche i pazienti oncologici sottoposti a terapia reiki sperimentano effetti collaterali della chemioterapia più lievi.

Oltre ad alcuni dei benefici di cui sopra, la terapia reiki viene spesso utilizzata anche per alleviare il mal di testa, l'insonnia e la nausea. Tuttavia, sono ancora necessarie ulteriori ricerche per determinare l'efficacia della terapia reiki nel superare queste condizioni.

Inoltre, si ritiene che la terapia reiki sia utile per aumentare la resistenza, superare la fatica e accelerare la guarigione naturale del corpo quando si è feriti o malati.

Sfortunatamente, i vari benefici del reiki sono limitati solo a studi su piccola scala. Fino ad ora, anche l'efficacia e i benefici della terapia reiki per il trattamento di determinate condizioni o malattie non sono chiari e devono ancora essere studiati ulteriormente.

Va inoltre ricordato che la terapia reiki non è un trattamento alternativo per curare la malattia, ma una terapia complementare o aggiuntiva per supportare il successo delle cure mediche da parte dei medici.

Se si soffre di una malattia e si desidera utilizzare il reiki come terapia complementare, si consiglia di consultare prima il proprio medico per assicurarsi che sia sicuro in base alle proprie condizioni.