Salute

Cisti gangliari, attenzione ai grumi pieni d'acqua sulle mani

Una cisti gangliare è un nodulo pieno di liquido simile a un gel che di solito cresce lungo un tendine o un'articolazione del polso. Se una cisti gangliare appare accompagnata da dolore o formicolio, portala immediatamente dal medico per un trattamento adeguato.

Le cisti gangliari hanno dimensioni variabili da un pisello a 2,5 cm di diametro. Oltre alle mani o ai polsi, queste cisti possono comparire anche sui piedi o sulle caviglie. Di conseguenza, il movimento delle mani o dei piedi può essere compromesso.

Fino ad ora, la causa esatta delle cisti gangliari non è nota. C'è una teoria secondo cui queste cisti sono causate da una lesione o da un impatto che provoca la rottura del tessuto articolare per formare molte piccole cisti. Queste piccole cisti poi si uniscono e diventano più grandi. Nel frattempo, un'altra teoria rivela che c'è un danno alla capsula articolare o alla guaina tendinea a causa del processo di invecchiamento (degenerativo) che consente al tessuto articolare di sporgere.

Come trattare le cisti gangliari

Le cisti gangliari sono generalmente indolori, vanno via da sole e vanno via senza alcun trattamento, anche se possono volerci anni. Ai pazienti con cisti gangliari verrà generalmente consigliato di riposare e ridurre il movimento nell'area in cui si trova il nodulo.

Tuttavia, se la cisti è accompagnata da dolore, indolenzimento, formicolio, intorpidimento o debolezza muscolare, significa che la cisti sta premendo su un nervo adiacente. Per questo ci sono modi che si possono fare per trattarlo, vale a dire:

  • Immobilizzazione

    L'area in cui si trova la cisti gangliare può essere steccata (szoccolo) o telaio di sostegno (bretelle) per ora. L'obiettivo è limitare il movimento dell'area interessata in modo che la cisti non si allarghi. Quando la cisti nodulo si restringe, il dolore si attenua perché la pressione della cisti gangliare contro i nervi circostanti si rilassa.

    Stecca o bretelle Si consiglia di non utilizzarlo a lungo termine perché può indebolire i muscoli della zona circostante. Per prevenire la debolezza muscolare, questo metodo di trattamento è spesso associato alla fisioterapia.

  • Aspirazione (aspirazione)

    L'aspirazione è una procedura semplice e indolore. I pazienti possono anche lasciare l'ospedale subito dopo il completamento della procedura. In questa procedura, il medico rimuove il fluido dalla cisti usando una siringa.

    Questo metodo è spesso la prima scelta per il trattamento delle cisti gangliari perché il rischio è considerato inferiore rispetto alla chirurgia. Sfortunatamente, questa procedura ha un inconveniente, vale a dire che le cisti gangliari possono ricrescere. Se è così, l'unico modo per andare è con la chirurgia.

  • operazione

    Esistono due tipi di intervento chirurgico che possono essere utilizzati per rimuovere una cisti gangliare. La procedura è determinata considerando la posizione della cisti gangliare, l'anestetico utilizzato e il parere del medico. I due tipi di operazioni sono:

    • Operazione aperta

      In questa procedura, il medico pratica un'incisione lunga circa 5 cm sopra la posizione della cisti gangliare.

    • operazione artroscopico

      Chiamata anche procedura artroscopica. In questa procedura, il medico pratica una piccola incisione per inserire una piccola telecamera (artroscopio) che rende più facile per loro vedere all'interno del giunto. Quindi artroscopio È usato come strumento guida per la rimozione delle cisti gangliari.

Finché la cisti gangliare è ancora appollaiata sulla mano o sul piede, è consigliabile non schiacciarla, colpirla o colpirla. Oltre ad essere inefficace, questo metodo può anche causare infezioni. Se improvvisamente c'è un nodulo sulla mano o sul piede, è consigliabile consultare un medico per ottenere il giusto trattamento.